Risultati da 1 a 5 di 5

Discussione: Problemi passaggio di proprieta'

  1. #1
    Bimmer di 2░ Livello
    Data Registrazione
    Aug 2009
    LocalitÓ
    , , .
    Messaggi
    535
    Potenza Reputazione
    15

    Problemi passaggio di proprieta'

    Ciao ragazzi vi espongo un fatto realmente avvenuto a un amico. A seguito di una regolare compravendita riguardante un veicolo, dopo visura al pra l' acquirente decideva di recarsi in comune per autentica passaggio di proprieta dietro al cdp assieme al venditore. Due giorni dopo l' acquirente si reca al pra per la trascrizione e scopre che sull' auto Ŕ stato iscritto il giorno successivo all' atto di vendita un pignoramento per una somma ingente da parte di un creditore ( equitalia in questo caso). Cosa pu˛ fare il mio amico?

  2. #2
    Presidente BYCI 2016-2020

    Data Registrazione
    Jan 2006
    LocalitÓ
    Trentino
    EtÓ
    43
    Messaggi
    68,181
    Potenza Reputazione
    1059
    chiederei ad un legale di corsa, in teoria dovrebbe poter sostenere di averla comprata "pulita" ma non so se faccia fede contro terzi l'atto o la trascrizione.
    Dalla e3 alla e36 una lunga storia di Passione
    Rommel is Nothing

  3. #3
    Socio BYCI
    L'avatar di Tuono Blu
    Data Registrazione
    May 2011
    LocalitÓ
    Bari
    EtÓ
    48
    Messaggi
    1,150
    Potenza Reputazione
    61
    Citazione Originariamente Scritto da mighe78 Visualizza Messaggio
    Ciao ragazzi vi espongo un fatto realmente avvenuto a un amico. A seguito di una regolare compravendita riguardante un veicolo, dopo visura al pra l' acquirente decideva di recarsi in comune per autentica passaggio di proprieta dietro al cdp assieme al venditore. Due giorni dopo l' acquirente si reca al pra per la trascrizione e scopre che sull' auto Ŕ stato iscritto il giorno successivo all' atto di vendita un pignoramento per una somma ingente da parte di un creditore ( equitalia in questo caso). Cosa pu˛ fare il mio amico?
    Se avessero fatto tutto al PRA il problema non sarebbe sorto.

    Detto questo, se lui ha la visura da dove risulta che l'auto era "pulita" il giorno dell'atto di compravendita, l'auto Ŕ sua.

    Fare ricorso non sarÓ una passeggiata ma non gli resta quello, salvo che il venditore non si riprende l'auto e restituisce i soldi.
    Ultima modifica di Tuono Blu; 04-02-2019 alle 21:11

  4. #4
    Bimmer di 2░ Livello
    Data Registrazione
    Aug 2009
    LocalitÓ
    , , .
    Messaggi
    535
    Potenza Reputazione
    15
    Citazione Originariamente Scritto da Tuono Blu Visualizza Messaggio
    Se avessero fatto tutto al PRA il problema non sarebbe sorto.

    Detto questo, se lui ha la visura da dove risulta che l'auto era "pulita" il giorno dell'atto di compravendita, l'auto Ŕ sua.

    Fare ricorso non sarÓ una passeggiata ma non gli resta quello, salvo che il venditore non si riprende l'auto e restituisce i soldi.

    Queste cose secondo me succedono solo in Italia. L'acquirente quando ha acquistato l'auto non poteva assolutamente vedere che era "sporca"...lui ha acquistato l'auto pulita. Per˛ la trascrizione del pignoramento successiva all'atto Ŕ opponibile a terzi (due giorni dopo l'atto di vendita) e il mio amico se trascrive ora l'atto si ritrova con equitalia alle costole (io ho consigliato di non tracrivere l'atto al pra). Ha provato a contattare il venditore il quale sostiene che Ŕ stata una scelta del mio amico andare in Comune e deve assumersi le consegunze...lui quando ha firmato l'atto di vendita ha consegnato l'auto pulita!. Una assurditÓ. Io sostengo che Ŕ una obbligazione del venditore fare in modo che l'acquirente diventi proprietario del bene (se fosse successo dopo i 60 giorni dall'atto di vendita allora si avrebbe ragione il venditore). Quanto sta che ora il mio amico non dorme di notte, ha la macchina in garage e con la stessa non pu˛ fare nulla

  5. #5
    Bimmer di 2░ Livello L'avatar di Capitan Traverso
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    653
    Potenza Reputazione
    19
    Citazione Originariamente Scritto da Tuono Blu Visualizza Messaggio
    Se avessero fatto tutto al PRA il problema non sarebbe sorto.

    Detto questo, se lui ha la visura da dove risulta che l'auto era "pulita" il giorno dell'atto di compravendita, l'auto Ŕ sua.

    Fare ricorso non sarÓ una passeggiata ma non gli resta quello, salvo che il venditore non si riprende l'auto e restituisce i soldi.
    Sý infatti nn capisco perchÚ passare in comune a fare l'atto di vendita, quando invece al Pra in mezz'ora gli avrebbero fatto direttamente il passaggio

    Inviato dal mio SM-N960F utilizzando Tapatalk

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •